Arts & Culture

Caricamento in corso

Città mineraria di Røros e la Circonferenza

Røros è un caratteristico esempio di questo tipo di sviluppo tecnologico e industriale, oltre a essere una considerevole testimonianza del tipico insediamento umano realizzato con metodi di costruzione tradizionali. Inoltre, è vulnerabile a causa dell’impatto dei cambiamenti economici avvenuti dalla cessazione delle attività minerarie legate al rame dopo 333 anni di attività continue. Infine, Røros è contraddistinta da un elevato grado di rarità a causa della sua posizione. Nacque come comunità industriale montana (650 m sopra il livello del mare) a una latitudine così estrema da essere soggetta a inverni molto lunghi e temperature eccezionalmente basse (-50 °C).

Secondo la struttura norvegese di classificazione della proprietà culturale, Røros avrebbe lo stesso livello di importanza di Bryggen e della chiesa in legno strutturale di Urnes. Røros è un esteso insediamento minerario risalente al 1644, anno in cui ebbe inizio lo sviluppo delle attività legate al rame. La sua storia fisica continuò senza interruzioni sin da quando la città venne distrutta da un incendio nel 1679.

Pertanto, i numerosi edifici ancora in piedi rappresentano la tradizione norvegese in campo edilizio che fiorì nel XVIII e XIX secolo. Gli edifici riflettono la doppia occupazione degli abitanti (attività minerarie e agricoltura); i gruppi domestici sono disposti come fattorie compatte. Questi gruppi sono disposti seguendo una struttura urbanistica regolare adattata al rilievo, che riflette il tipo particolare di pianificazione industriale introdotta dai monarchi danesi in Norvegia tra il XVI e il XVII secolo.

Røros si trova in uno stato di conservazione straordinariamente completo. Una stampa della città vista dai cumuli di scorie risalente agli anni attorno al 1860 è praticamente identica a una fotografia scattata nel 1970 nello stesso punto.

Gli sforzi di conservazione risalgono ai primi anni del XX secolo. La protezione legale degli edifici di Røros entrò in vigore per la prima volta nel 1923 e si estende oggi a 80 edifici. Nel 1936 venne acquistata della terra per lo sviluppo di un museo all’aperto e il primo antico edificio venne spostato in questo sito nel 1947. Tuttavia, l’iniziativa del museo venne sconvolta da un movimento, nel 1938, che portò alla stesura di progetti per la conservazione della città e delle miniere di rame in situ.

Copyright © UNESCO World Heritage Centre 1992-2012. All rights reserved.
Ulteriori informazioni
15 elementi
Traduci con Google