Arts & Culture

Caricamento in corso

Royal Exhibition Building e Carlton Gardens

IL Royal Exhibition Building e i Carlton Gardens che lo circondano, in quanto testimonianza ancora esistente di quella che fu la sede del Palazzo dell’Industria e del relativo contesto, riflettono l’influenza del movimento dell’esposizione universale nei secoli XIX e XX. Il movimento rappresentava una vetrina per le innovazioni in campo tecnologico, che contribuivano a promuovere una rapida crescita dell’industrializzazione e del commercio internazionale attraverso lo scambio di conoscenze e idee.

Il complesso fu ideato per le grandi esposizioni che si tennero a Melbourne nel 1880 e nel 1888. L’edificio, progettato da Joseph Reed e realizzato in mattoni e legno, acciaio e ardesia, combina elementi in stile bizantino, romanico, lombardesco e rinascimentale italiano ed è di proprietà del movimento dell’esposizione universale, che curò l’organizzazione di più di 50 eventi tra il 1851 e il 1915 in località quali Parigi, New York, Vienna, Calcutta, Kingston (Giamaica) e Santiago (Cile). Questi eventi erano legati da un tema e un intento comuni: registrare progressi materiali e intellettuali attraverso l’esposizione delle innovazioni nel settore dell’industria da parte di tutte le nazioni.

Le proporzioni e la grandezza dell’edificio rispecchiano i valori e le ambizioni connessi all’industrializzazione e al suo volto internazionale. Il Royal Exhibition Building vanta molte delle caratteristiche salienti che resero le esposizioni così teatrali ed efficaci. Queste comprendevano una cattedrale, una grande hall, immensi portali d’ingresso, aree espositive versatili, una planimetria assiale, il tutto corredato da giardini annessi e scorci panoramici. A differenza di molte esposizioni internazionali, il Building è stato concepito come una struttura permanente che avrebbe avuto un ruolo futuro nelle attività culturali della crescente città di Melbourne.

Nonostante il forte impatto del movimento dell’esposizione universale nel mondo e la natura grandiosa dei tanti edifici progettati e costruiti per ospitare tali eventi, pochi di essi rimangono e un numero ancora minore ha mantenuto la propria autenticità in termini di ambientazione e di condizioni originarie. Il Royal Exhibition Building, incastonato nello scenario originale dei Carlton Gardens, è uno dei pochi, ed è ancora più raro in quanto vi si può ammirare l’unico esempio al mondo di Grande Hall sostanzialmente integra, concepita per una grande esposizione internazionale.

I Carlton Gardens sono composti da due parti: un giardino dalla pianta assiale nel settore meridionale del sito e un altro giardino situato a nord allestito dopo il termine delle due grandi esposizioni del XIX secolo. Confinante con Victoria, Rathdowne, Carlton e Nicholson Street e situato al limitare del centro cittadino, l’intero complesso conserva intatta la sua struttura originaria, concepita nel 1878 per essere la sede del Parlamento Vittoriano. Durante le esposizioni internazionali del 1880 e del 1888, la parte meridionale del giardino fu adibita per ospitare numerose attrazioni. I South Carlton Gardens, come vengono oggi chiamati, continuano a essere utilizzati come parco e per scopi espositivi. L’ingresso meridionale, sul lato della città, rappresenta il fiore all’occhiello dell’intera progettazione. Vi venne creata una passeggiata lungo la facciata dell’edificio, mentre una fontana decorata costituisce il pezzo forte di uno spiazzo dalla forma semicircolare. Un viale largo 24 metri offre una via d’accesso ufficiale , mentre altri due sentieri formano un asse che si sviluppa a raggiera partendo dalla fontana. Nel 1888 venne aggiunta anche la Westgarth Fountain.

L’importanza dei Carlton Gardens dal punto di vista estetico risiede nel modo un cui essi rappresentano la concezione del giardino nel XIX secolo. I giardini comprendono infatti aiuole, viali imponenti con tanto di corsie per le carrozze a sud e Grande Allée, un complesso di sentieri, diverse varietà ed esemplari di alberi, due laghetti e tre fontane. Il giardino ornamentale del palazzo, che faceva da sfondo alla Grande Hall del Palazzo dell’Industria, conserva l’assetto originario.

Copyright © UNESCO World Heritage Centre 1992-2012. All rights reserved.
Ulteriori informazioni
26 elementi