Arts & Culture

Caricamento in corso

Città vecchia e nuova di Edimburgo

La Città vecchia e la Città nuova di Edimburgo rappresentano una combinazione degna di nota di vari fenomeni architettonici dovuti alla crescita organica medievale e alla pianificazione urbanistica del XVIII e XIX secolo. I successivi ampliamenti pianificati della Città nuova e l’alto livello dell’architettura hanno stabilito standard in materia in Scozia e fuori dai suoi confini.

Edimburgo è stata capitale scozzese dal XV secolo ed formata da due zone distinte: la Città vecchia dominata da una fortezza medievale, costruita dal re Davide I nel XII secolo, e la neoclassica Città Nuova che si sviluppò a partire dal XVIII secolo ed ebbe una notevole influenza sulla pianificazione urbanistica europea.

Durante le guerre con gli inglesi del XIV secolo un unico edificio venne risparmiato dalla distruzione all’interno della fortezza militare medievale rasa al suolo: la cappella di Santa Margherita costruita dal re Malcolm III. La Rocca del castello divenne il cuore della città con la torre neo-gotica della chiesa Tolbooth di San Giovanni e la torre della chiesa di San Egidio. Nel palazzo visse Giacomo I di Scozia e vi nacque Giacomo I di Inghilterra, figlio di Maria Stuart, nel 1556.

I lavori nella Città nuova iniziarono nel 1752 sulla base dei progetti degli architetti John Adam e James Craig, che prevedevano una zona a pianta rettangolare con funzione residenziale e un’area commerciale in Prince Street. Nel 1789, Robert Adam progettò l’Old College, l’Università di Edimburgo, che venne completata da William Playfair e ampliata con un profilo allargato da Sir Rowand Anderson nel 1879. La città successivamente si espanse verso nord, quando nel 1822 Gillespie Graham collegò le due aree storiche contrastanti, ognuna con molti edifici ragguardevoli, armonizzandole e donando alla città il suo carattere unico.

Holyrood House, scenario di molti importanti eventi della storia scozzese, in origine era la foresteria dell’abbazia di Holyrood. Venne trasformata in residenza reale da Giacomo IV e, attualmente, è la residenza ufficiale della regina in Scozia. Canongate Tolbooth è un edificio del XVI secolo di grande interesse. Fu l’antica sede del tribunale è può essere facilmente identificato dall’imponente torre del campanile e dall’orologio.

Edimburgo è sede di vari musei e gallerie, tra cui il Royal Museum, un impressionante palazzo con facciata in stile rinascimentale italiano che contiene un’ampia galleria con una struttura in legno centinato ispirata al Crystal Palace insieme a altre sale più piccole di architettura simile. I due musei scozzesi più importanti, situati nel centro della città, ospitano ricche collezioni internazionali. La National Gallery of Scotland e la neoclassica Art Gallery, con muri ciechi dotati di colonne slanciate e punteggiati da portici ionici, in origine furono progettate come edifici separati per alloggiare l’Accademia e la National Gallery.

Copyright © UNESCO World Heritage Centre 1992-2012. All rights reserved.
Ulteriori informazioni
19 elementi
Traduci con Google