Arts & Culture

Caricamento in corso

Piatti tipici mantovani

La cucina mantovana viene definita di Principi e di Popolo, perché riunisce nei suoi piatti migliori la sapienza della tradizione gonzaghesca e il sapere delle coltivazioni e dei prodotti popolari. Questo, grazie anche ad apporti provenienti da culture diverse, come la MittelEuropea, la francese e l'ebraica, ha dato luogo ad un insieme di saporitissime proposte che anche oggi deliziano il palato dei cittadini e dei visitatori.

Tortelli e mostarda
I tortelli sono il piatto emblematico della cucina cittadina. Il loro ripieno è la zucca, la pasta può essere più o meno spessa secondo le consuetudini di ogni casa. Il condimento è burro fuso cosparso di grana padano. La dolcezza del sapore è il loro tratto distintivo.

La mostarda di frutta o di verdura non è una specialità soltanto mantovana. Ma in questo territorio raggiunge gradi di raffinatezza estremamente elevata. La senape, più o meno piccante, regala alle piccole porzioni dolci uno spunto di sapore gradevolissimo.

Riso
Le campagne mantovane presentano numerose zone destinate a risaia, soprattutto nella parte nord-est. Il riso viene cucinato specialmente alla Pilota, ovvero con una giusta proporzione tra l'acqua e il riso stesso, che dà come risultato un prodotto asciutto e sgranato, tipicamente unito alla salsiccia. Il riso, nelle sue diverse cotture, è ideale anche per ospitare un condimento di rane, oppure di pesciolini fritti d'acqua dolce.

Il riso alla Pilota è appunto quello condito con un pesto di salsiccia di maiale, spesso abbellito dalla presenza delle costine del maiale medesimo. In questo piatto le tradizioni popolari si uniscono e si esaltano, dando luogo ad un alimento gustosissimo.

Grana Padano
Questo formaggio, a pasta dura, dal sapore intenso e deciso, è il prodotto d'eccellenza della pianura padana, in particolare delle zone sopra il Po. Il nome deriva dalla granulosità dell'impasto, le origini si perdono nella notte dei tempi, la nascita viene datata nel Medioevo, all'interno dell'Abbazia di Chiaravalle. Il celebre Parmigiano Reggiano nasce invece da una sua scissione, che identifica una diversa area di produzione nelle terre emiliane e nel mantovano a sud del Po.
Pesce d'acqua dolce
Poiché la natura di Mantova è in gran parte basata sul rapporto con le acque dei laghi che circondano il capoluogo e con i fiumi che caratterizzano il territorio, non c'è da stupirsi se il pesce d’acqua dolce è così diffuso sulle tavole. In prevalenza viene servito fritto, talvolta accompagnando il classico risotto.

Discorso in parte diverso vale per il luccio in salsa, guarnito di polenta e unito ad un condimento di gradevole sapore in cui si sposano verdure, aceto e acciughe.

Stracotto con polenta
Piatto tipicamente invernale, assume una consistenza delicata. Ma il sapore intenso dello stracotto, che nelle terre mantovane è soprattutto d'asino, si combina in modo convincente alla polenta di cui rappresenta il complemento.
I salumi
Impossibile sostare in città senza assaggiare i celebri salumi. In particolare, il salame mantovano è giustamente rinomato, nelle sue versioni più o meno giovani.
La Sbrisolona
E per finire i dolci. La Sbrisolona deve il nome alla capacità di sbriciolarsi rapidamente mentre tentiamo di portarla alla bocca. Il sapore prevalente è quello delle mandorle di cui è composta. Modo ideale per terminare un pranzo o una cena con amici o da soli.
L' Anello di Monaco
Curiosamente ma non troppo, molti dolci tipici mantovani sono invenzione di tradizioni culinarie europee. Questo testimonia gli intensi rapporti diplomatici e commerciali che la Corte gonzaghesca gestiva in Italia e altrove. In particolare, l'Anello di Monaco proviene da pasticcieri svizzeri immigrati, ma divenne rapidamente un gustoso piatto presente soltanto a Mantova. La pasta lievitata presenta un ripieno di nocciole con marroni o composta di frutta. La tipica forma a ciambella è ricoperta nella parte superiore con una glassa di zucchero o di cioccolato bianco.
Ringraziamenti: esposizione

Ideato e promosso da / Founded and Promoted by:
Mattia Palazzi (Sindaco del Comune di Mantova)
con Lorenza Baroncelli (Assessore alla rigenerazione urbana e del territorio, marketing urbano, progetti e relazioni internazionali del Comune di Mantova )

Coordinamento Scientifico / Scientific Coordinator:
Sebastiano Sali

Curatore testi e immagini / Superintendent texts and images:
Giovanni Pasetti

Foto di / Photo by:
Andrea Compagnoni
Antonio Lodigiani
Paolo Zapparoli

Redazione / Editors:
Erica Beccalossi
Sara Crimella
Carlotta Depalmas
Veronica Zirelli

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, l'esposizione potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente, pertanto potrebbe non rappresentare sempre la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.