Se sei proprietario di un sito e vedi:

Purtroppo è probabile che il tuo sito sia stato compromesso.

Ogni giorno, i criminali informatici compromettono migliaia di siti web. Tali compromissioni sono spesso invisibili, ma rappresentano un pericolo per chiunque visualizzi la pagina, incluso il proprietario del sito. Ad esempio, all'insaputa del proprietario del sito, l'hacker potrebbe aver infettato il sito con codice dannoso che registra le sequenze di tasti sui computer dei visitatori, rubando le loro credenziali di accesso per transazioni finanziarie o di online banking.

In questo primo passaggio, spieghiamo come e perché accadono queste compromissioni ed esaminiamo le opzioni di ripristino.

Passaggio 1: guarda il video introduttivo

  • Come e perché i siti vengono compromessi
  • Procedura per il ripristino di un sito e per la rimozione del messaggio di avvertimento
  • Il tempo di ripristino dipende dall'entità dei danni e dalla competenza tecnica dell'amministratore
  • Due opzioni:
    • Fai da te
    • Assistenza di esperti

Dopo aver guardato il video introduttivo, avrai completato il primo passaggio.

Consigliamo a tutti i proprietari di siti che non hanno familiarità con la protezione del sito di completare questo passaggio, così come il Passaggio 2: contatta l'hoster e crea un team di assistenza.

Il passaggio 2 è quello successivo nella procedura di ripristino.

Nel passaggio 2, scoprirai dove trovare assistenza tecnica, nonché come contattare il tuo hoster e valutare le opzioni per ripristinare il sito compromesso.

Passaggio Titolo Competenza tecnica necessaria
1 Guarda il video introduttivo (completato) Principiante
2 Contatta l'hoster e crea un team di assistenza Principiante
3 Metti in quarantena il tuo sito Intermedia
4 Utilizza Search Console Intermedia
5 Valuta il danno (compromesso con spam) o
Valuta il danno (compromesso con malware)
Avanzata
6 Identifica la vulnerabilità Avanzata
7 Ripulisci il tuo sito e sottoponilo a manutenzione Avanzata
8 Richiedi un riesame Intermedia